Incontro Logico – Adm, Marasco: “Decreto dignità cancellerà strumenti di difesa per i giocatori”

ROMA – Il Decreto Dignità e il divieto di pubblicità per i giochi avrà degli «effetti distorti», eliminerà «un baluardo alla difesa del giocatore che non avrà più la possibilità di distinguere fra operatori legali e non, togliendo ai Concessionari di eclissare questi ultimi (di fatto non sanzionabili) attraverso la propria “share of voice”». E’ quanto sottolinea in una nota Moreno Marasco, Presidente di LOGiCO, che lo scorso 22 novembre ha esposto la problematica a Benedetto Mineo, Direttore dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, nel corso di un incontro a cui ha partecipato una delegazione in rappresentanza di tutti gli Associati.
Il gioco online è una «esperienza totalmente sicura e trasparente» e gli operatori del settore agiscono come «presidi di legalità nell’attività di canalizzazione della domanda di gioco (che esiste a prescindere da ADM, dai Concessionari e dalla pubblicità) verso il circuito legale», ha aggiunto ancora Marasco.
PG/Agipro