Concessioni online, Marasco (Logico): “Tar Lazio conferma le nostre ragioni, ma urge l’intervento del legislatore per la proroga formale”

«Le ordinanze di oggi, pur rinviando la discussione nel merito, respingono l’opposizione dell’Avvocatura di Stato che ha rinnegato nelle sue memorie difensive il principio per il quale il gioco illegale debba essere contrastato con quello legale». Moreno Marasco presidente dell’associazione Logico, commenta così la decisione del Tar Lazio di sospendere il distacco delle concessioni online in scadenza disposto dall’Agenzia Dogane e Monopoli. I provvedimenti «confermano la bontà della scelta da parte dei nostri associati di impugnare l’atto di intimazione al distacco: se – come indicato dall’Avvocatura di Stato – avessero dovuto attendere il distacco, le aziende avrebbero subito un danno irreparabile». Secondo Marasco «rimane quindi l’urgenza di un intervento del legislatore, indicata più volte dal direttore generale dell’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane, Marcello Minenna, per disporre formalmente la proroga delle concessioni, visto che negli ultimi anni né il Parlamento né il Governo hanno fatto alcunché per mettere al riparo il comparto dalla situazione che si è appena verificata. Ci dispiace che all’inazione della politica debba sopperire l’intervento della magistratura che costa tempo e denaro a tutti, pubblico e privati. Da qui in avanti lo Stato rischia di subire inutilmente un’altra trentina di ricorsi, salvo che non venga interrotto l’invio delle comunicazioni di distacco da parte di Adm».